Aprire la vista stampa

Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale


Immagini di misurazione – un tesoro che continua a crescere

Da oltre 100 anni swisstopo misura la Svizzera con l’aiuto delle fotografie. Oltre ai dati di misurazione, il lavoro di rilevamento effettuato sul campo e dall'alto ha permesso di produrre continuamente nuove immagini del paesaggio. In origine, le fotografie erano usate soprattutto per la produzione delle carte. Nel corso dei decenni si è venuto a formare così involontariamente un tesoro storico, che oggi apre nuove porte alla ricerca.

28.10.2022 | DKW

Immagini di misurazione analogiche della collezione fotografica di swisstopo.

Le immagini di misurazione sono un elemento importante per la misurazione nazionale svizzera fin dall’inizio dell’ultimo secolo. Da ben 100 anni, swisstopo scatta ogni anno le fotografie del paesaggio svizzero, che sono usate per la produzione e l’aggiornamento delle carte. Di conseguenza, la misurazione regolare degli stessi luoghi ha prodotto nel corso del tempo un prezioso tesoro: la più grande collezione di rilevamenti del paesaggio della Svizzera.

Come tutto è iniziato

Negli anni ’10 del Novecento, swisstopo ha iniziato a usare le immagini di misurazione per la produzione delle carte. Si trattava di fotografie scattate dal suolo – le cosiddette riprese terrestri. Negli anni successivi alla Seconda guerra mondiale si sono prodotte oltre 50’000 immagini. Questo tipo di rilevamenti fotogrammetrici è possibile solo nelle regioni montane, in quanto l’angolo di osservazione sul terreno da fotografare non può essere troppo ridotto. I topografi, per raccogliere i dati di misurazione necessari per la produzione delle carte, si sono arrampicati su centinaia di punti di stazione esposti. 

Il futuro era nell’aria

Bild 4_3200x2000

Dieci anni dopo l’introduzione della fotogrammetria terrestre presso swisstopo si è iniziato a usare anche le immagini aeree. Le immagini aeree sono fotografie che vengono scattate da un velivolo – i primi tentativi sono stati effettuati addirittura con un pallone aerostatico. L’Ufficio ha fondato già nel 1926 il proprio servizio aereo. swisstopo ha iniziato quindi a realizzare ogni anno le riprese aeree delle regioni del Paese. Già alla fine degli anni ‘40 le immagini aeree riprese sistematicamente hanno rimpiazzato completamente le riprese terrestri. Grazie al rapido sviluppo dei velivoli e dei sistemi di fotocamere a bordo, l’acquisizione delle immagini di misurazione è risultata estremamente semplificata.

Le immagini aeree hanno permesso per la prima volta la misurazione fotogrammetrica di tutta la Svizzera. 

Twin Otter – uno dei velivoli attualmente in servizio presso swisstopo.

Grazie alla collaborazione quasi centenaria con le Forze aeree svizzere, il servizio aereo di swisstopo utilizza i velivoli di misurazione della Confederazione e misura quindi ogni anno un terzo della Svizzera. In questo modo viene prodotta un’immagine attuale del Paese. Inoltre, i componenti del monitoraggio ambientale nel paesaggio in rapido mutamento sono sempre più importanti: a questo scopo, swisstopo realizza delle apposite riprese aeree.

Mezzo milione di foto

Bild 2_3200x2000

Nel complesso, gli specialisti della misurazione hanno realizzato oltre 500’000 fotografie analogiche, che mostrano in gran parte una prospettiva della Svizzera a volo d’uccello. Dal 2010 swisstopo realizza esclusivamente immagini di misurazione digitali. Fin dall’inizio, tuttavia, la metà delle fotografie non era destinata alla produzione e all’aggiornamento delle carte, ma al monitoraggio ambientale per conto di istituzioni esterne. Oggi, le immagini di misurazione storiche sono delle testimonianze preziose e permettono di effettuare dei confronti tra il paesaggio svizzero di ieri e di oggi.

Un’enorme memoria del paesaggio

La continuità della collezione fotografica di swisstopo è unica. Esistono riprese di tutta la Svizzera degli ultimi 70 anni e addirittura anteriori. Una peculiarità unica della collezione è che lo stesso luogo è stato sempre fotografato ripetutamente nel corso degli anni. swisstopo si è posto l’obiettivo di digitalizzare tutte le fotografie analogiche esistenti e di renderle accessibili al pubblico. Le immagini fotogrammetriche digitalizzate aprono delle nuove possibilità in molti settori del monitoraggio ambientale. Calcoli volumetrici delle frane, scioglimento dei ghiacciai, spostamenti delle rocce dopo le frane – per fornire solo qualche esempio.

Fotogrammetria terrestre

Le immagini di misurazione usate per il rilevamento fotografico da terra sono fotografie scattate da un punto esposto, che fissano il territorio visibile. Tali immagini erano finalizzate alla produzione di carte e oggi sono sempre più usate nel monitoraggio ambientale. Per la fotogrammetria sono necessarie almeno due immagini di misurazione – una coppia di immagini – dello stesso oggetto di riferimento scattate da diversi angoli di osservazione. Il rilevamento fotografico da terra è possibile solo sulle montagne, in quanto l’angolo rispetto al paesaggio da fotografare deve essere sufficientemente ampio. Di conseguenza, questa pratica non è possibile sull’altopiano.

Se la distanza tra i due luoghi di rilevamento (la cosiddetta baseline) è nota, unitamente ai parametri della fotocamera (ad esempio la distanza focale) è possibile calcolare la distanza dall’oggetto fotografato. La fotogrammetria è usata tra le altre cose nel monitoraggio dei ghiacciai. Confrontando i calcoli fotogrammetrici di diverse immagini in diversi anni è possibile apprezzare visivamente i cambiamenti nell’ambiente.

Bild 3_3200x1000


Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Ufficio federale di topografia swisstopo Seftigenstrasse 264
Casella postale
3084 Wabern
Tel.
+41 58 469 01 11
Fax
+41 58 469 04 59

E-Mail


Servizio competente

Comunicazione e Web
E-Mail

Ufficio federale di topografia swisstopo

Seftigenstrasse 264
Casella postale
3084 Wabern

Vedi mappa