2000 - 2009

2000: COSIG diventa operativo

Il COSIG (Centro per la coordinazione dell'informazione geografica e dei sistemi informativi territoriali) diventa operativo. Al suo interno è integrato anche il centro di competenze INTERLIS.

2000: inizio del rilevamento del modello digitale del terreno

Inizio del rilevamento del modello digitale del terreno della misurazione ufficiale (MDT-MU) con un grado di precisione obiettivo di 1 m (progetto di rettifica delle superfici agricole utili SAU). 

2001: banca dati dei nomi Swiss Names

Con la denominazione di prodotto Swiss Names viene resa accessibile al pubblico la banca dati dei nomi geografici, comprendente circa 190 000 voci. 

2001: sostituzione definitiva dell'incisione su vetro

Con il passaggio dal 2000 al 2001 l'incisione su vetro viene sostituita in via definitiva dalla cartografia digitale. L’ultimo foglio aggiornato in modo analogico è il foglio 39 Flüelapass. 

2003: Consiglio federale approva il concetto di attuazione per un'infrastruttura nazionale dei geodati.

Il 16 giugno 2003 il Consiglio federale ha approvato il concetto di attuazione elaborato dalla COSIG per la strategia di geoinformazione presso la Confederazione. Il concetto di attuazione ha lo scopo di creare un’infrastruttura nazionale dei geodati (NGDI). Questo comporta un cambiamento di paradigma all’interno di swisstopo: l’accento economico-aziendale verrà infatti spostato in futuro sull’utilità macroeconomica. 

2004: realizzazione della copertura completa del territorio con SWISSIMAGE

Quest'anno viene realizzata anche la prevista copertura completa del territorio da parte del prodotto SWISSIMAGE. Ciò significa che ogni metro quadro della Svizzera è ora disponibile in un mosaico di ortofoto omogeneo con una risoluzione pixel di 50 cm al suolo.  

2005: acquisto di una nuova fotocamera per riprese aeree del tipo ADS40

Per le riprese aeree viene acquistata una nuova fotocamera digitale per riprese aeree del tipo ADS40. La fotocamera è disponibile da subito anche per l’aggiornamento del mosaico di ortofoto SWISSIMAGE; con la conversione dalla fotogrammetria analitica a quella digitale nel rilevamento topografico essa viene inoltre utilizzata anche per l’aggiornamento delle carte nazionali. Viene riorganizzata la pianificazione dei voli per i sorvoli di SWISSIMAGE effettuati con l’ADS40 allo scopo di tenere conto della nuova dimensione pixel al suolo di 25 cm (nell’Altopiano, nel Giura e nelle vallate alpine), rispettivamente di 50 cm (in alta montagna). 

2006: swisstopo riprende la direzione del programma di ricerca al Mont Terri

swisstopo riprende la direzione del programma di ricerca al Mont Terri (Giura). Esso ne è anche il nuovo gestore. Il progetto Mont Terri è un progetto di ricerca internazionale per la caratterizzazione idrogeologica, geochimica e geotecnica di una formazione argillosa (argilla opalinica). 

2006: swisstopo riprende il Servizio geologico nazionale

Il 1° gennaio 2006 il Servizio geologico nazionale viene trasferito dall’Ufficio federale delle acque e della geologia all’Ufficio federale di topografia. Swisstopo diventa così anche centro di competenze per la geologia nonché centro di coordinamento per l’investigazione geologica del territorio ed è in grado di fornire ai propri clienti anche dati e informazioni geologici. 

2007: adattamento del quadro di riferimento geodetico al sistema europeo

Il quadro di riferimento geodesico si adatta al sistema europeo. La nuova misurazione nazionale (MN95) realizzata tra il 1989 e il 1995 sostituisce quella del 1903, MN03. Questo cambio del quadro di riferimento si accompagna a nuove coordinate e a una modifica della denominazione degli assi delle coordinate. 

2007: inizio dei lavori di installazione e scavo della «Galleria 08» nel Mont-Terri

Nel Laboratorio geologico di Mont-Terri vicino a Saint-Ursanne, nel cantone di Giura, iniziano i lavori di installazione e scavo della «Galleria 08».

2007: le orto-immagini beneficiano di aggiornamenti più frequenti

 Le immagini satellitari realizzate da SWISSIMAGE (ortofoto) intensificano il ciclo degli aggiornamenti che passa da 6 a 3 anni. 

2008: entrata in vigore della legge sulla geoinformazione

Il 1° luglio entra in vigore la legge sulla geoinformazione (LGI). Il suo obiettivo è quello di mettere a disposizione delle autorità federali, cantonali e comunali, degli ambienti economici, della popolazione e della comunità scientifica, dei geodati aggiornati in forma rapida, semplice e duratura, al livello qualitativo richiesto, a costi adeguati e che coprano il territorio della Confederazione Svizzera in vista di un loro largo utilizzo. 

2008: il modello topografico del paesaggio MTP sostituisce VECTOR25

Dalla primavera 2008 l’Ufficio federale di topografia swisstopo lavora alla creazione e all’aggiornamento del modello topografico del paesaggio MTP, un’immensa banca di geodati del paesaggio svizzero in 3D. Il modello topografico del paesaggio MTP sostituisce il modello VECTOR25, che era a sua volta basato sulle carte. La gestione e l’elaborazione dati nell’MTP vengono eseguite grazie al sistema d’informazione geografica topografica TOPGIS, che integra completamente la fotogrammetria digitale.

2009: entrata in vigore dell'ordinanza del catasto delle restrizioni di diritto pubblico della proprietà privata

Il 1° ottobre 2009 entra in vigore l'ordinanza sul catasto delle restrizioni di diritto pubblico della proprietà (OCRDPP).  L'obiettivo consiste nel raggruppare, fino al 2015, in questo nuovo catasto le principali restrizioni relative a una parcella. Inoltre, il catasto RDPP è una nuova fonte d'informazione a livello di proprietà fondiaria.


Ufficio federale di topografia swisstopo Seftigenstrasse 264
Casella postale
3084 Wabern
Tel.
+41 58 469 01 11
Fax
+41 58 469 04 59

E-Mail


Stampare contatto

Ufficio federale di topografia swisstopo

Seftigenstrasse 264
Casella postale
3084 Wabern

Mappa

Vedi mappa