print preview

Aarau – «Capitale della misurazione» a cavallo del 19° secolo

Aarau, una città che per il ruolo avuto nella moderna misurazione nazionale svizzera intorno al 1800 può essere denominata anche «capitale della misurazione».

«Capitale della misurazione» a cavallo del 19° secolo

Aarau, una città che per il ruolo avuto nella moderna misurazione nazionale svizzera intorno al 1800 può essere denominata anche «capitale della misurazione».

Johann Rudolf Meyer (1739–1813)

Ritratto contemporaneo di Johann Rudolf Meyer
Johann Rudolf Meyer

Johann Rudolf Meyer, di umili origini, arrivò a possedere grandi ricchezze grazie al successo della sua fabbrica di nastri di seta. Impiegò una buona parte del suo patrimonio a favore di progetti di pubblica utilità nell’interesse della collettività.

Si dedicò con impegno a mettere in pratica le sue idee: «Schon lange wusste ich, dass Allgemein eine gute Schweizer Karte gewünscht wurde». Tra il 1786 e il 1797 Joachim Eugen Müller (1752–1833) creò su sua richiesta un plastico delle Alpi svizzere, in scala di ca. 1:60‘000, che l’ingegnere Johann Heinrich Weiss (1758–1826) utilizzò insieme ai propri rilevamenti per derivare l’Atlas Suisse, un’opera cartografica che fu pubblicata tra il 1796 e il 1802 in 16 fogli con scala di circa 1:120‘000.

Carta contemporanea
I dintoni di Aarau sul foglio 2 dell'Atlas suisse del 1800
© Aargauisches Geografisches Informationssystem AGIS

Ferdinand Rudolf Hassler (1770–1843)

Ritratto contemporaneo di Ferdinand Rudolf Hassler
Ferdinand Rudolf Hassler

 

Ferdinand Rudolf Hassler, originario di Aarau, a 21 anni poté procedere alla misurazione della linea di base, lunga 13 km, nella regione Geosses Moos grazie ad un finanziamento da parte di un suo professore. Negli anni seguenti questa linea di base venne collegata a misurazioni angolari e Hassler effettuò delle osservazioni astronomiche, così che intorno al 1800 fu in grado di calcolare le coordinate di circa 50 punti compresi tra Chasseron e Hörnli nell’Oberland zurighese.

Nella Repubblica Elvetica, nel 1799, con il suo memoriale «Über ein Vermessungsbüro», Hassler perorava una misurazione nazionale accurata. Tale stato politico durò, tuttavia, troppo poco per consentire la realizzazione di un progetto così grande. Hassler non vedeva più un futuro in questa «Svizzera per grazia di Napoleone», così che finì per cercare un nuovo terreno d’azione negli Stati Uniti d’America: «I left in consequence my native place the 15th of May 1805, with wife, children, servants, and besides 96 trunks or bales or similar for down the Rhine.» Ulteriori informazioni sull’operato di Hassler sono disponibili all’indirizzo www.f-r-hassler.ch .

 

Note scittte a mano con le coordinate
L'elenco delle coordinate di Hassler risalente al 1800 ca. con i Résultats principaux des mesures

Philipp Albert Stapfer (1766–1840)

Ritratto contemporaneo di Philipp Albert Stapfer
Philipp Albert Stapfer

Nell’estate del 1798, nella capitale Aarau nacque il progetto politico relativo alla misurazione nazionale della Repubblica Elvetica. Fu redatto da Philipp Albert Stapfer, ministro delle belle arti e delle scienze.

Nel suo memoriale su un Bureau de renseignements géographiques et statistiques sur l’Helvétie e un Bureau du Cadastre, Stapfer arrivò all’idea politica che un progetto di tali dimensioni come quello della misurazione nazionale dovesse compito dello Stato. A tale proposito, era di importanza fondamentale che il governo elvetico fosse organizzato in modo centralizzato e che avesse interesse a una misurazione nazionale unitaria. Ai tempi della Vecchia Confederazione le misurazioni e la creazione di carte e piante erano ancora affidate all’iniziativa dei singoli cantoni.

Le prime righe del progetto di misurazione di Stapfer per la Repubblica Elvetica con le sue idee sulla misurazione catastale:

Bureau de renseignements géographiques et statistiques sur l’Helvétie – Bureau du Cadastre

Il n'est pas douteux qu'une connaissance exacte et complète d'un pays administré ne soit le premier besoin d'un bon gouvernement. Le fondement indispensable de cette connaissance est sans con-tredit une division géométrique de tout son territoire, accompagnée de tableaux statistiques et économiques de ses ressources, de ses moyens, de ses productions industrielles et naturelles, de sa population, de tout le détail enfin qui concerne l'état politique, économique, commercial et domestique des citoyens. Ces notices, ne devraient pas être dispersées ça et là, disséminées dans les différents bureaux des ministres, mais systématiquement recueillies et réunies dans un seul dépôt, où chaque branche de l'administration, même les législateurs, pourraient puiser des renseignements de toute espèce sur leur pays.

Si dovette tuttavia attendere fino al 1838 per la creazione di un Ufficio topografico federale - ufficio statale per le misurazioni - che, grazie all’energico e tenace lavoro di Dufour, avrebbe portato la misurazione nazionale verso un primo periodo di grande sviluppo.

Documentazione


Ufficio federale di topografia swisstopo Seftigenstrasse 264
Casella postale
3084 Wabern
Tel.
+41 58 469 01 11

E-Mail

Ufficio federale di topografia swisstopo

Seftigenstrasse 264
Casella postale
3084 Wabern

Mappa

Vedi mappa