print preview

Chasseral - come la Svizzera ha trovato il suo livello

La piramide di misurazione in ferro costruita sul Chasseral vuole ricordare l’importanza delle maestose montagne del Giura per la misurazione del territorio fino a oggi. Sebbene sia eretta nel punto più elevato del Giura bernese, fino al 1979 è stata una presenza modesta in contrasto con il panorama sconfinato che la circonda. Eppure pochi sanno che il segnale eretto sul Chasseral ha un significato simbolico a testimonianza di «come fu introdotto il livello in Svizzera». In effetti anche se la parola livello può essere associata ai concetti di cultura o rango, in questo contesto sta ad indicare l’altitudine.

La piramide sul Chasseral
Piramide di misurazione sul Chasseral, sullo fondo mare di nebbia e panorama alpino

Può oggigiorno suonare ovvio che l’altitudine si misura a partire dal mare e che è quindi indicato parlare di livello del mare. Ma come i nostri antenati di più di 175 anni fa, privi oltretutto delle possibilità offerte dalle tecnologie moderne degli appassionati di geodati, siano stati in grado di definire l’altezza del livello del mare con la massima precisione nel cuore della Svizzera non è chiaro a tutti. Il più vicino accesso al mare si trova infatti a più di 100 km a sud dal confine nazionale.

I primi riferimenti svizzeri di «livello del mare», che apparivano sporadicamente su alcune carte, si basano su misurazioni di confronto barometriche a cura dei naturalisti del XVII e XVIII secolo. Nel 1832 si assunse la mappa Dufour come prima carta ufficiale della Svizzera e la necessità di definire il livello del mare si fece pressante. O meglio: si cercò di trovare un punto di partenza interno al territorio svizzero la cui altezza potesse essere posta a confronto con il livello del mare.

I nostri antenati si risparmiarono le faticose ricerche che furono invece assunte dagli ingegneri topografi francesi, che iniziarono a operare anche in Svizzera a seguito del crollo dell’antica Confederazione. A conclusione dei lavori, il loro operato fu così commentato a grandi linee da un cronista dell’epoca:

«Si tratta di stranieri che dopo aver girovagato per la Svizzera in lungo e in largo spariscono in fretta come sono venuti senza lasciare traccia del loro buono o cattivo operato» (E. Zschokke 1877).

Ma l’esempio del Chasseral dimostra il contrario: il Generale Guillaume-Henri Dufour (1787 - 1875), allora quartiermastro, e l’esperto di geodetica Johannes Eschmann (1808 - 1852), si basarono sulle carte francesi per definire l’altezza del Chasseral. Negli indici francesi esistono tuttavia due valori differenti, entrambi definiti attraverso misurazioni degli angoli verticali: 

Comparazione dei risultati di misurazione

Diverse indicazioni di altezza per il Chasseral
Misurazioni
Chasseral
1610.54 m
Meridiénne de Strasbourg: 1803/04
Chasseral
1608.6 m
Triangulation Intermédiaire: 1827-1829
Mittel
1609.57 m
Eschmann 1840

Eschmann, d’accordo con Dufour, calcolò l’altezza dei punti di misurazione della rete a partire da questa altezza di base, creando la cosiddetta «Triangulation primordiale», triangolazione di primo livello, che funse da schema di partenza per la redazione della carta Dufour. Contemporaneamente definì l’altitudine di alcuni specchi d’acqua svizzeri, tra cui il Lago di Ginevra e indirettamente l’altitudine di 376,2 m s.l.m. del Repère Pierre du Niton (RPN). Questo segno, che definisce l’altitudine riportata sul più piccolo dei due massi erratici nel bacino di Ginevra, definisce ancor oggi il punto di riferimento per tutte le carte.

Ma la questione di come i francesi abbiano stabilito il collegamento con il mare rimane aperta. Del primo valore stabilito per il Chasseral si sa solo che si basa sulle misurazioni barometriche effettuate a Strasburgo. Il secondo valore deriva da mere misurazioni angolari trigonometriche dal confine svizzero attraverso la Francia, fino alla costa atlantica presso l’isola di Noirmoutier.

Il valore superiore dell’RPN, che allora era stato definito secondo le conoscenze di cui si disponeva, corrispondeva ora però a 2,6 m in più rispetto al valore ancor oggi valido di 373,600 m s.l.m., come figura in ogni carta. Che cosa è successo nel frattempo?

Nel 1862 fu definito un punto di riferimento dell’altitudine a Ginevra basato sul livellamento francese. Il risultato che emerse fu nuovo: rispetto al livello del mare del Mediterraneo a Marsiglia vi erano ancora solo 374 m s.l.m. All’epoca il risultato non godette di grande visibilità a Berna, altrimenti ancor oggi sarebbe questo il punto di partenza per le misurazioni in Svizzera.

Nel 1864 iniziarono in Svizzera anche le misurazioni per il preciso livellamento che assunsero come punto di partenza proprio il collegamento tra Ginevra e il Chasseral. La differenza di altitudine che emerse portò l’allora capo della topografia, il Generale Herrmann Siegfried (1819 - 1879), a stabilire l’RPN a 376,86 m s.l.m., sempre tenendo in considerazione l’altezza del Chasserel definita da Eschmann. Le carte Siegfried, antenate delle attuali carte, furono realizzate proprio a partire da queste considerazioni.

Schizzo contemporaneo
Schizzo del punto di misurazione del Chasseral in occasione di un rilevamento del 1869.

Già nel 1902 alcuni studi topografici più dettagliati portarono alla definizione del valore attualmente impiegato per l’RPN. Ci sono però voluti decenni prima di poter giungere alla completa correzione delle carte in base al punto di riferimento di 3,26 metri inferiore. Ancor oggi l’ufficio si trova a dover affrontare questioni dovute alla confusione tra i due punti di riferimento.

In sintesi i livelli di partenza delle carte più importanti della Svizzera:

Livelli di partenza delle carte più importanti di Svizzera

Livelli di partenza
Carta Altezza del Repère Pierre du Niton (RPN).
Carta Dufour dal 1845
RPN = 376.2 s.l.m.
Carta Siegfried dal 1870
RPN = 376.86 s.l.m.
Carte nazionali dal 1938
RPN = 373.6 s.l.m.

Documentazione


Ufficio federale di topografia swisstopo Seftigenstrasse 264
Casella postale
3084 Wabern
Tel.
+41 58 469 01 11

E-Mail

Ufficio federale di topografia swisstopo

Seftigenstrasse 264
Casella postale
3084 Wabern

Mappa

Vedi mappa